logo doc

Percorso

Accedi con i social, prima devi registrarti al sito!
facebook-logo Twitter-Logo linkedin Google Plus icon1

Login Clienti

News

Stiamo Aggiornando il Sito per implementare nuovi servizi non preoccupatevi se riscontrate errori,

ringraziamo gli utenti che effettuano segnalazioni e migliorano il nostro lavoro!

 

Per info la nostra email:

support@documento

veloceit.zendesk.com )

 

oppure puoi :

Chattare con Noi!

in basso a destra

 

Contatto Telefonico

Inviaci il tuo numero di telefono, ti chiameremo noi nel piu' breve tempo possibile utilizza il form qui sotto.

captcharefresh

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Approvando questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Per saperne di piu'

Approvo

CATEGORIE CATASTALI : LA GUIDA

 

CON IMMAGINI E DESCRIZIONI

 

 

 

 

GRUPPO A 

A/1 Abitazioni di tipo signorile

A/2 Abitazioni di tipo civile

A/3 Abitazioni di tipo economico

A/4 Abitazioni di tipo popolare

A/5 Abitazioni di tipo ultrapopolare

A/6 Abitazioni di tipo rurale

A/7 Abitazioni in villini

A/8 Abitazioni in ville

A/9 Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici

A/10 Uffici e studi privati

A/11 Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

 

 

GRUPPO B

B/1 Collegi e convitti, educandati; ricoveri; orfanotrofi; ospizi; conventi; seminari; caserme

B/2 Case di cura ed ospedali (senza fine di lucro)

B/3 Prigioni e riformatori

B/4 Uffici pubblici

B/5 Scuole e laboratori scientifici

B/6 Biblioteche, pinacoteche, musei, gallerie, accademie che non hanno sede in edifici della categoria A/9

B/7 Cappelle ed oratori non destinati all’esercizio pubblico del culto

B/8 Magazzini sotterranei per depositi di derrate

 

 

GRUPPO C

C/1 Negozi e botteghe

C/2 Magazzini e locali di deposito

C/3 Laboratori per arti e mestieri

C/4 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (senza fine di lucro)

C/5 Stabilimenti balneari e di acque curative (senza fine di lucro)

C/6 Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse (senza fine di lucro)

C/7 Tettoie chiuse od aperte 

 

 

IMMOBILI A DESTINAZIONE SPECIALE GRUPPO D

D/1 Opifici

D/2 Alberghi e pensioni (con fine di lucro)

D/3 Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili (con fine di lucro)

D/4 Case di cura ed ospedali (con fine di lucro)

D/5 Istituto di credito, cambio e assicurazione (con fine di lucro)

D/6 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro)

D/7 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni.

D/8 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni.

D/9 Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio.

D/10 Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole.

 

 

IMMOBILI A DESTINAZIONE PARTICOLARE GRUPPO E

E/1 Stazioni per servizi di trasporto, terrestri, marittimi ed aerei.

E/2 Ponti comunali e provinciali soggetti a pedaggio.

E/3 Costruzioni e fabbricati per speciali esigenze pubbliche

E/4 Recinti chiusi per speciali esigenze pubbliche.

E/5 Fabbricati costituenti fortificazioni e loro dipendenze.

E/6 Fari, semafori, torri per rendere d’uso pubblico l’orologio comunale

E/7 Fabbricati destinati all’esercizio pubblico dei culti.

E/8 Fabbricati e costruzioni nei cimiteri, esclusi i colombari, i sepolcri e le tombe di famiglia.

E/9 Edifici a destinazione particolare non compresi nelle categorie precedenti del gruppo E

 

 

ENTITA’ URBANE GRUPPO F

F/1 Area urbana

F/2 Unità collabenti

F/3 Unità in corso di costruzione

F/4 Unità in corso di definizione

F/5 Lastrico solare

F/6 Fabbricato in attesa di dichiarazione (circolare 1/2009)

 

 


 

GRUPPO A

 

A1 (A/1)  ABITAZIONI DI TIPO SIGNORILE

 

 

A1 Abitazioni di tipo signorile

Si tratta di: Unità immobiliari appartenenti a fabbricati, ubicati in zone di pregio, con caratteristiche costruttive, tecnologiche, di rifinitura e dotata di impianti e servizi di livello superiore a quello dei fabbricati di tipo residenziale. Elevata Superficie. Circolare 5 del 14/03/1992

 

Le Abitazioni di tipo Signorile hanno generalmente una superficie superiore a 150 mq, con vani principali ed accessori diretti moto ampi, ben disimpegnati in zona servizio, zona soggiorno e zona notte, corredati di pertinenze esclusive di pregio (balconi, terrazze, logge, ecc). Solitamente appartenenti ad edifici, anche plurifamiliari ubicati in zone di pregio, o in località signorili centrali, caratterizzati da una ottima esposizione prevalente, ricco grado di finimento, grande ampiezza media dei vani, completezza degli impianti. In taluni casi possono far parte di questa categoria anche miniappartamenti ricavati dal frazionamento di ville, quando si trovino in zone di particolare prestigio o pregio.

 


 

 

 

A2 (A/2)  ABITAZIONI DI TIPO CIVILE

 

 

A2 abitazioni di tipo civile

 

Si tratta di: Unità immobiliari appartenenti a fabbricati, con caratteristiche costruttive, tecnologiche, di rifiniture di livello rispondente alle locali richieste di mercato per fabbricati di tipo residenziale. Circolare 5 del 14/03/1992

 

Sono compatibile con le Abitazioni di tipo Civile anche quelle unità immobiliari, mini alloggi di consistenza notevolmente inferiore a quella propria delle abitazioni di tipo civile e quelle appartenenti a fabbricati a schiera, con caratteristiche costruttive, di rifinitura e dotazione di impianti e servizi propri della categoria. Ubicati in località residenziali di tipo civile, ottima esposizione prevalente, grado di finimento tra il ricco e l'ordinario, media ampiezza dei Vani, completezza di impianti tecnologici. Nelle località di vocazione turistica possono essere classificati in A2 anche abitazioni prive di riscaldamento.

 


 

 

 

 

 

A3 (A/3)  ABITAZIONI DI TIPO ECONOMICO

 

 A3 Abitazioni di tipo economico

Si tratta di: Unità immobiliari appartenenti a fabbricati, con caratteristiche di economia sia per la rifinitura che per i materiali impiegati e con impianti tecnologici limitati ai soli indispensabili. Circolare 5 del 14/03/1992

 

Le abitazioni di tipo Economico sono generalmente ubicate in zone di periferia, grado di finimento tra l'ordinario e il semplice, ampliezza dei vani medio-piccola, completezza di impianti tecnologici e dotazione di non piu' di un servizio igienico. Unità immobiliari appartenenti a fabbricati con caratteristiche di economia, sia per i materiali impiegati che per la finitura e con impianti tecnologici limitati ai soli indispensabili, che comunque vanno a soddisfare i minimi standard attuali. Conpatibili con la categoria anche quelle unità immobiliari, minialloggi di consistenza inferiore a quella propria delle abitazioni di tipo economico e quelle appartenenti a quella propria delle abitazioni di tipo economico e quelle appartenenti a fabbricati a schiera, con caratteristiche costruttive, tecnologiche di rifinitura e dotazioni propri della categoria. 

 

 


 

 

A4 (A/4)  ABITAZIONI DI TIPO POPOLARE

A4 Abitazioni di tipo popolare

Si tratta di: Unità immobiliari appartenenti a fabbricati, con caratteristiche costruttive e di rifinitura di modesto livello. Dotazione limitata di impianti tecnologici quantunque indispensabili. Circolare 5 del 14/03/1992

 

Tale Categoria non trova più applicazione alle unità abitative di recente edificazione, ma puo' essere attribuita alle abitazioni di vecchia costruzione con grado di finimento semplice, con dotazione scarsa di impianti e non corrispondenti agli standard correnti. Le unità immobiliari appartenenti a questa categoria sono generalmente ubicate in zone periferiche di vecchia urbanizzazione econimica e popolare, ovvero anche in zone centrali delle città ove permangono caratteristiche di degrado urbanistico. Possono ritenersi compatibili con la categoria, sempre che il fabbricato non sia stato in zona a vocazione di ville e villini (quindi in zona rurale) le unità immobiliari costruite in aderenza ad altri fabbricati oppure quelle isolate e dotati di attinenze scoperte di modestissima entità, a condizione che le caratteristiche costruttive e di rifinitura siano di modesto livello e la dotazione di impianti e servizi limitata. A tale categoria sono spesso associate le abitazioni di servizio delle residenze di prestigio, generalmente ubicate ai piani sottosuolo o sottotetto, quali le abitazioni del portiere in edifici signorili, quelle dei domestici nelle ville o palazzi di città, ecc.

 


 

 

A5 (A/5)  ABITAZIONI DI TIPO ULTRAPOPOLARE

 

A5 Abitazioni di tipo Ultrapopolare 

Si tratta di: Unità immobiliari appartenenti a fabbricati edificati nel periodo antecedente gli ultimi eventi bellici, non ristrutturati e con livelli costruttivi e di dotazione di impianti e di servizi insufficienti oppure ordinatamente inferiori agli standard attuali; rifinitura di modesto livello e vetustà. Nota Circolare 1/1022 del 1994


 

A6 (A/6)  ABITAZIONI DI TIPO RURALE

 

A6 Abitazioni di tipo Rurale

 

Come le abitazioni del tipo ultrapopolare (A/5) entrambi rispondenti, nello spirito della norma, a realtà edilizie e di utilizzazione cosuete all'epoca della formazione del N.C.E.U. attualmente non rappresentano più tipologie abitative ordinarie perchè al di fuori degli standard minimi indispensabili per l'uso di dette categorie fanno riferimento. Gli immobili già censiti in dette categorie sono caratterizzati dall'assenza o carenza degli indispensabili servizi igienici e, spesso, anche di altre dotazioni ora ritenute indispensabili. Attualmente dette unità vengono adeguate alle minime condizioni abitative e quindi, meritano un nuovo appropriato classamento o non hanno subito interventi di riadattamento e, quindi, per il principio dell'ordinarietà, non possono che essere classate, sia pure nelle classi più basse, nella categoria che rappresenta le unità più povere di dotazioni: Categoria A/4.

 


 

A7 (A/7)  ABITAZIONI IN VILLINI

 

A7 Abitazioni in Villini

 Per Villino deve intendersi un fabbricato, anche se suddiviso in unità immobiliari, avente caratteristiche costruttive, tecnologiche e di rifiniture proprie di un fabbricato di tipo civile o economico ed essere dotato, per tutte o parte delle unità immobiliari, di aree coltivate o no a giardino. Circolare 5 del 14/03/1992

 

Sono compatibili con la categoria delle Abitazioni in Villini tutte quelle unità immobiliari appartenenti a fabbricati a schiera e minialloggi stagionali di consistenza notevolmente inferiore a quella propria delle abitazioni in villini. In detti fabbricati è ammessa la sola compresenza di soli C/6 e C/7.

 


 

A8 (A/8)  ABITAZIONI IN VILLE

 

A8 Abitazioni in Ville

 Per Ville deve intendersi quegli immobili caratterizzati essenzialmente, dalla presenza di parco e/o giardino, edificate in zone urbanistiche destinate a tali costruzioni o in zone di pregio con caratteristiche costruttive e di rifiniture, di livello superiore all'ordinario. Circolare 5 del 14/03/1992

 

Le Ville sono generalmente formate da un consistente numero di vani, con dotazione di pregiati ed ampli accessori diretti ed indiretti, rifiniture interne di discreto pregio. Sono Ubicate generalmente nella periferia dei centri più importanti oppure in campagna, in zone di villeggiatura circondate da abbondante verde (parco, giardino, cortile). Ad eccezzione delle ville situate in zone ricercate dei piccoli comuni, utilizzate per villeggiatura, tutte le altre servono sempre ad uso padronale. L'evoluzione tecnico costruttiva e le moderne esigenze di commerciabilità determinano spesso interventi di frazionamento delle ville padronali con formazione di residenze di prestigio, a tali unità è comunque attribuibile la categoria A/8. In tali fabbricati è ammessa compresenza dei soli C/6 e C/7.

 


 

A9 (A/9)  CASTELLI, PALAZZI DI EMINENTI PREGI ARTISTICI O STORICI

 A9 Castelli Palazzi di eminenti pregi artistici o storici

 

 I Castelli ed i palazzi eminenti che per la loro struttura, la ripartizione degli spazi interni e dei volumi edificati non sono comparabili con le unità tipo delle altre categorie; Costituiscono ordinariamente una sola unità immobilare. E' compatibile con l'attribuzione della categoria A/9 la presenza di altre unità, funzionalmete indipendenti, censibili nelle altre categorie. Circolare 5 del 14/03/1992

 


 

A10 (A/10)  UFFICI E STUDI PRIVATI

 A10 Uffici e Studi Privati

 Uffici Privati "Open Space". Dette unità immobiliari sono caratterizzate dalla presenza di ampie superfici, da attrezzare con pareti mobili, secondo le esigenze temporali dell'ufficio. Circolare 5 del 14/03/1992

 

Scuole Private, agenzie assicurative, laboratori professionali (per es. gabinetti medici ubicati nei piani elevati, laboratori odontotecnici, laboratori per analisi, ecc)

 


 

A11 (A/11)  ABITAZIONI ED ALLOGGI TIPICI DEI LUOGHI

(RIFUGI DI MONTAGNA, BAITE, TRULLI, SASSI, MURAGLI, DAMMUSSI, CHALET, BARACCHE IN ZONE TERREMOTARE, ECC)

 A11 Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

  


GRUPPO B

B1 (B/1)  COLLEGI E CONVITTI EDUCANTI, RICOVERI, ORFANOTROFI,

OSPIZZI, CONVENTI, SEMINARI, CASERME.

 

 

B1 Collegi e convitti caserme

Collegi e convitti, educanti, Ricoveri, Orfanotrofi, Ospizi, Conventi, Seminari, Caserme sono cotruiti o adottati per tale destinazione diversa senza radicali trasformazioni, se non hanno fine di lucro e non rientrano nell'articolo 10 della legge 11/08/1939 n. 1249Circolare 5 del 14/03/1992

 

 


 

 

B2 (B/2)  CASE DI CURA ED OSPEDALI

B2 Case di cura ed Ospedali

Case di cura ed Ospedali costruiti o adottati per tale destinazione, non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni, se non hanno fine di lucro e non rientrano nell' articolo 10 della Legge 11/08/1939 n.1249  Circolare 5 del 14/03/1992

 


 

 

B3 (B/3)  PRIGIONI E RIFORMATORI

B3 Prigioni e riformatori

 Carceri e riformatori minorili

 


 

 

B4 (B/4)  UFFICI PUBBLICI

 

B4 Uffici Pubblici

 Sono comprese negli uffici pubblici anche gli uffici vescovili e parrocchiali adibiti ad uffici e costituenti unità immobiliari indipendenti.

 

 


 

 

B5 (B/5)  SCUOLE E LABORATORI SCIENTIFICI

 

B5 Scuole e Laboratori scientifici

 Le Scuole ed i Laboratori scientifici non sono suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni, se non hanno fine di lucro e non rientrano nell' articolo 10 della Legge 11/08/1939 n.1249  Circolare 5 del 14/03/1992. Comprendono anche gli Osservatori astronomici, Osservatori Metereologici ecc.


B6 (B/6)  BIBLIOTECHE. PINACOTECHE, MUSEI, GALLERIE, ACCADEMIE

CHE NON HANNO SEDE IN EDIFICI DELLA CATEGORIA A/9

 

B6 Bibioteche  Pinacoteche Musei Gallerie Accademie

 I Castelli di proprietà dello Stato se ospitano Biblioteche, Pinanoteche, Musei, Gallerie fanno parte della categoria B6.

 

 


B7 (B/7)  CAPPELLE ED ORATORI NON DESTINATI ALL'ESERCIZIO PUBBLICO DI CULTI

 

 

B7 Cappelle ed oratori non destinati allesercizio pubblico di culti

Le Cappelle e gli Oratori di proprietà di privati non destinati all'esercizio pubblico dei culti, sono soggette a determinazione della rendita catastale. L'eventuale applicazione dell'esenzione, in base al riconoscimento delle condizioni richieste, sarà deciso nelle sedi competenti.

 


B8 (B/8)  MAGAZZINI SOTTERRANEI E DERRATE

 

 

B7 Cappelle ed oratori non destinati allesercizio pubblico di culti

 

Un Magazzino adibito alla conservazione di prodotti agricoli, qualora non sia da ritenersi rurale ai sensi dell'art. 4 del regolamento 24 Agosto 1877 n.4024 si accerta come unità immobiliare della categoria C2, a meno che, essendo sotterraneo, non debba essere accertato come unita immobiliare. della categoria B8.

 

COSTO VOLTURE CATASTALI: La Guida

 

VOLTURA 01 - Copia

 

 

Come calcolare il costo della Voltura catastale?

 

Se vuoi sapere come calcolare il costo esatto di una voltura catastale online, questa è la soluzione giusta per te.

 

Cosè la voltura catastale?

 

La voltura catastale è una procedura che serve a far cambiare l'intestazione (nome, cognome, codice fiscale, quote di proprietà ecc) del proprietario di un immobile, terreno o fabbricato in Catasto/Agenzia del Territorio a seguito di successione, vendita o donazione. La voltura catastale, viene presentata presso l’Agenzia delle Entrate che va a registrare qualsiasi variazione avvenuta in merito al trasferimento della proprietà di un bene (fabbricato o terreno) o di altri diritti reali su terreni e fabbricati di atti avvenuti tra: vivi: a seguito di compravendite, decreti di trasferimento, donazioni e in caso di decesso: per successione legittima o per testamento La Voltura Catastale può essere effettuata anche per richiedere la correzione dell’intestazione di proprietà di un immobile a seguito di errori.

 

Siccome non è molto smplice calcolare il costo della voltura catastale per semplificarci e semplificarti la vita, sperando di fare cosa gradita abbiamo realizzato questa semplice guida!

 

1) Per calcolare il costo dei diritti della Voltura catastale da presentare in qualsiasi Comune d’Italia:

 

Costo Voltura Catastale:

La presentazione della domanda di voltura catastale ha un costo pari a:

  • 55 euro per il  Tributo speciale catastale + 16,00 euro di imposta di bollo per ogni 4 pagine della domanda.;

  •  

Per un Totale di :

  1. 71.00 euro (per una sola voltura)

Questo importo di 71 euro va pagato una sola volta se si richiede voltura al solo catasto dei Fabbricati oppure al solo catasto dei Terreni di un Comune Italiano.

Nel caso in cui quindi, andiamo ad inserire solo terreni oppure solo fabbricati indipendentemente dal numero di particelle.

 

 

 

Questo importo raddoppierà invece ad un totale di 71.00 + 71.00 =

B) 142.00 euro (per due volture)

nel caso in cui presenteremo 2 volture, una per il catasto dei Fabbricati ed una per il Catasto dei Terreni in un solo Comune italiano, inserendo in volture sia terreni che fabbricati, indipendentemente dal numero di particelle.

 

 

 

 

Andrà Presentata inoltre un ulteriore Voltura catastale con un costo aggiuntivo di :

C) 71.00 euro (Comune diverso dal precedente)  

 

se dobbiamo aggiungere un immobile (fabbricato o terreno) che si trova in un diverso Comune Italiano, rispetto a quello della voltura al Caso A oppure al Caso B.

 

 

Questi tributi speciali possono essere pagati direttamente allo Sportello dell’Agenzia delle Entrate.

 

 

Una volta calcolati i costi relativi ai diritti ad essi va aggiunto il nostro compenso per la sua redazione:

 

2) Quale è il compenso di documentoveloce.it per la redazione della Voltura Catastale?

Per venire incontro alle diverse esigenze dei nostri clienti abbiamo predisposto 2 tipologie di Volture Catastali:

 

 

  1. “Voltura Catastale Fai da te” al costo di 50 euro

 

Noi di documentoveloce.it ci occuperemo di redigere per te la voltura catastale, tu non dovrai fare altro che inviarci la documentazione che ti richiederemo (atto notarile, successione, copia documento identità...ecc) rispetto al tipo di Voltura da presentare in agenzia del territorio. Una volta compilato il tutto te lo invieremo via email, tu non dovrai fare altro che stamparlo, firmarlo e consegnarlo all’Agenzia delle Entrate. Effettuerai pagamento dei diritti catastali, direttamente in Agenzia. L’aggiornamento in questo caso è immediato, e l’agenzia delle entrate rilascerà conferma. Ti seguiremo passo passo.

 

Esempio. per 1 Voltura, costo compilazione 50.00 euro + 71.00 euro (diritti)=  

TOT 121.00 €

 

Esempio. per 2 Volture , costo compilazione 100.00 euro + 142.00 euro (diritti)=

TOT 242.00 €

 

 

 

 

oppure:

 

B) Voltura Catastale al costo di 170 euro (compresi diritti, una sola Voltura)

 

Noi di documentoveloce.it ci occuperemo di redigere per te la voltura catastale, tu non dovrai fare altro che inviarci la documentazione che ti richiederemo (atto notarile, successione, copia documento identità, delega ed incarico firmata...ecc) rispetto al tipo di Voltura da presentare in agenzia del territorio. Una volta compilato il tutto penseremo noi anche alla presentazione in catasto ed al pagamento dei diritti catastali compresi nella spesa di 170 euro. I Tempi di aggiornamento in questo dipendono dal tipo di Agenzia delle Entrate Comunale puo’ essere immediato, oppure richiedere qualche giorno per l’aggiornamento catastale in visura. L’agenzia delle entrate ci rilascierà Voltura timbrata e pagamento effettuato che ti invieremo tramite posta (costo spedizione compreso nel prezzo), entro qualche giorno. Nell’immediato invece riceverai scansione della voltura su tua email).

 

Esempio. per 1 Voltura, costo compilazione 99.00 euro + 71.00 euro (diritti)=

TOT 170.00 €

 

Esempio. per 2 Volture, costo compilazione 198.00 euro + 142.00 euro (diritti)=

TOT 340.00 €

 

 

 

 

 

Quando è obbligatoria la voltura?

 

La voltura catastale è obbligatoria quando bisogna registrare una qualsiasi variazione che interviene nella titolarità di un bene terreno o fabbricato che sia. Tale variazione, deve essere comunicata all’Agenzia delle Entrate mediante la domanda di voltura catastale. La registrazione degli atti che servono al trasferimento di diritti reali su beni immobili è obbligatoria per:

i privati in caso di successioni ereditarie e riunioni di usufrutto

i notai, per gli atti rogati, ricevuti oppure autenticati

i cancellieri giudiziari, per le sentenze che registrano

i segretari oppure i delegati di qualunque amministrazione o azienda, per gli atti stipulati nell’interesse di amministrazioni o aziende.

Nel caso di soggetti tenuti alla comunicazione all’Agenzia delle Entrate che hanno omesso la denuncia di voltura catastale sono perseguibili con sanzioni amministrative.

Ai fini fiscali, la comunicazione dell’avvenuta voltura e quindi del trasferimento di una proprietà di un bene immobile è molto importante perché serve a comunicare all’amministrazione finanziaria che un bene immobile è passato da un certo soggetto ad un altro soggetto, procedendo quindi ad aggiornare i nominativi negli elenchi informativi del Catasto sui quali l’Agenzia delle Entrate basa i controlli e le contestazioni fiscali.

La voltura catastale va effettuata mediante la presentazione entro 30 giorni dall’avvenuto trasferimento.

 

 

Non aspettare quindi, Ci pensiamo noi a presentare per te la Voltura Catastale, niente più file, complicazioni o altro! Facile e Veloce come solo documentoveloce.it sa fare!

 

 

 

Servizi Dettagli Visure Prezzo Importo
Visure standard per immobile €10 €10.00
Formato A4 €15 €15.00
Formato A3 €25 €0.00
Foglio intero €55 €0.00
Mappe Limitrofe €45 €0.00
Importo Totale:

 

COSTO VOLTURA CATASTALE: La Guida

 

VOLTURA 01 - Copia

 

 

Come calcolare il costo della Voltura catastale?

 

Se vuoi sapere come calcolare il costo esatto di una voltura catastale online, questa è la soluzione giusta per te.

 

Cosè la voltura catastale?

 

La voltura catastale è una procedura che serve a far cambiare l'intestazione (nome, cognome, codice fiscale, quote di proprietà ecc) del proprietario di un immobile, terreno o fabbricato in Catasto/Agenzia del Territorio a seguito di successione, vendita o donazione. La voltura catastale, viene presentata presso l’Agenzia delle Entrate che va a registrare qualsiasi variazione avvenuta in merito al trasferimento della proprietà di un bene (fabbricato o terreno) o di altri diritti reali su terreni e fabbricati di atti avvenuti tra: vivi: a seguito di compravendite, decreti di trasferimento, donazioni e in caso di decesso: per successione legittima o per testamento La Voltura Catastale può essere effettuata anche per richiedere la correzione dell’intestazione di proprietà di un immobile a seguito di errori.

 

Siccome non è molto semplice calcolare il costo della voltura catastale per semplificarci e semplificarti la vita, sperando di fare cosa gradita abbiamo realizzato questa guida! (scusa il gioco di parole...)

 

1) Per calcolare il costo dei diritti della Voltura catastale da presentare in qualsiasi Comune d’Italia:

 

Costo Voltura Catastale:

La presentazione della domanda di voltura catastale ha un costo pari a:

  • 55 euro per il  Tributo speciale catastale + 16,00 euro di imposta di bollo per ogni 4 pagine della domanda.;

  •  

Per un Totale di :

  1. 71.00 euro (per una sola voltura)

Questo importo di 71 euro va pagato una sola volta se si richiede voltura al solo catasto dei Fabbricati oppure al solo catasto dei Terreni di un Comune Italiano.

Nel caso in cui quindi, andiamo ad inserire solo terreni oppure solo fabbricati indipendentemente dal numero di particelle.

 

 

 

Questo importo raddoppierà invece ad un totale di 71.00 + 71.00 =

B) 142.00 euro (per due volture)

nel caso in cui presenteremo 2 volture, una per il catasto dei Fabbricati ed una per il Catasto dei Terreni in un solo Comune italiano, inserendo in volture sia terreni che fabbricati, indipendentemente dal numero di particelle.

 

 

 

 

Andrà Presentata inoltre un ulteriore Voltura catastale con un costo aggiuntivo di :

C) 71.00 euro (Comune diverso dal precedente)  

 

se dobbiamo aggiungere un immobile (fabbricato o terreno) che si trova in un diverso Comune Italiano, rispetto a quello della voltura al Caso A oppure al Caso B.

 

 

Questi tributi speciali possono essere pagati direttamente allo Sportello dell’Agenzia delle Entrate.

 

 

 

Una volta calcolati i costi relativi ai diritti ad essi va aggiunto il nostro compenso per la sua redazione:

 

2) Quale è il compenso di documentoveloce.it per la redazione della Voltura Catastale?

Per venire incontro alle diverse esigenze dei nostri clienti abbiamo predisposto 2 tipologie di Volture Catastali:

 

 

  1. “Voltura Catastale Fai da te” al costo di 50 euro

 

Noi di documentoveloce.it ci occuperemo di redigere per te la voltura catastale, tu non dovrai fare altro che inviarci la documentazione che ti richiederemo (atto notarile, successione, copia documento identità...ecc) rispetto al tipo di Voltura da presentare in agenzia del territorio. Una volta compilato il tutto te lo invieremo via email, tu non dovrai fare altro che stamparlo, firmarlo e consegnarlo all’Agenzia delle Entrate. Effettuerai pagamento dei diritti catastali, direttamente in Agenzia. L’aggiornamento in questo caso è immediato, e l’agenzia delle entrate rilascerà conferma. Ti seguiremo passo passo.

 

Esempio. per 1 Voltura, costo compilazione 50.00 euro + 71.00 euro (diritti)=  

TOT 121.00 €

 

Esempio. per 2 Volture , costo compilazione 100.00 euro + 142.00 euro (diritti)=

TOT 242.00 €

 

 

 

 

oppure:

 

B) Voltura Catastale al costo di 170 euro (compresi diritti, una sola Voltura)

 

Noi di documentoveloce.it ci occuperemo di redigere per te la voltura catastale, tu non dovrai fare altro che inviarci la documentazione che ti richiederemo (atto notarile, successione, copia documento identità, delega ed incarico firmata...ecc) rispetto al tipo di Voltura da presentare in agenzia del territorio. Una volta compilato il tutto penseremo noi anche alla presentazione in catasto ed al pagamento dei diritti catastali compresi nella spesa di 170 euro. I Tempi di aggiornamento in questo caso dipendono dal tipo di Agenzia delle Entrate Comunale, puo’ essere immediato, oppure richiedere qualche giorno per l’aggiornamento catastale in visura. L’agenzia delle entrate ci rilascierà Voltura timbrata e pagamento effettuato, che ti invieremo tramite posta (costo spedizione compreso nel prezzo), entro qualche giorno. Nell’immediato invece riceverai scansione della voltura su tua email).

 

Esempio. per 1 Voltura, costo compilazione 99.00 euro + 71.00 euro (diritti)=

TOT 170.00 €

 

Esempio. per 2 Volture, costo compilazione 198.00 euro + 142.00 euro (diritti)=

TOT 340.00 €

 

 

 

 

 

Quando è obbligatoria la voltura?

 

La voltura catastale è obbligatoria quando bisogna registrare una qualsiasi variazione che interviene nella titolarità di un bene terreno o fabbricato che sia. Tale variazione, deve essere comunicata all’Agenzia delle Entrate mediante la domanda di voltura catastale. La registrazione degli atti che servono al trasferimento di diritti reali su beni immobili è obbligatoria per:

i privati in caso di successioni ereditarie e riunioni di usufrutto

i notai, per gli atti rogati, ricevuti oppure autenticati

i cancellieri giudiziari, per le sentenze che registrano

i segretari oppure i delegati di qualunque amministrazione o azienda, per gli atti stipulati nell’interesse di amministrazioni o aziende.

Nel caso di soggetti tenuti alla comunicazione all’Agenzia delle Entrate che hanno omesso la denuncia di voltura catastale sono perseguibili con sanzioni amministrative.

Ai fini fiscali, la comunicazione dell’avvenuta voltura e quindi del trasferimento di una proprietà di un bene immobile è molto importante perché serve a comunicare all’amministrazione finanziaria che un bene immobile è passato da un certo soggetto ad un altro soggetto, procedendo quindi ad aggiornare i nominativi negli elenchi informativi del Catasto sui quali l’Agenzia delle Entrate basa i controlli e le contestazioni fiscali.

La voltura catastale va effettuata mediante la presentazione entro 30 giorni dall’avvenuto trasferimento.

 

 

Non aspettare quindi, Ci pensiamo noi a presentare per te la Voltura Catastale, niente più file, complicazioni o altro! Facile e Veloce come solo documentoveloce.it sa fare!

 

La Voltura Catastale permette di aggiornare i nominativi dei proprietari di un immobile nella banca dati del Catasto.

La richiesta può essere redatta con due modalità:

La Voltura Catastale per Afflusso si richiede nel caso in cui il passaggio di proprietà (acquisto dell’immobile/terreno) non sia mai stato comunicato in catasto.

La Voltura Catastale per Preallineamento si richiede nel caso in cui il passaggio di proprietà sia stato già dichiarato (con la presentazione di una voltura catastale) ma non aggiornato nella banca dati catastale.

 

 

N.B. Questo servizio è disponibile in tutta Italia, il Prezzo è al finito ed esente da IVA, comprensivo delle spese catastali.

 

  

 

Puoi richiedere la voltura catastale scegliendo tra 3 tipi disponibili, voltura di 1 immobile (terreno o fabbricato), oppure voltura di più immobili (terreni o fabbricati ristretta ad un solo comune), per la richiesta di voltura di più immobili ricadenti in più comuni l'importo di spesa dovrà essere preventivato.

 

 

In cosa consiste il servizio?

Un incaricato con i documenti utili per la richiesta, si recherà presso l’Ufficio Centrale del Catasto e provvederà ad effettuare la Voltura.

Cosa s'intende con: Voltura Catastale per” Afflusso”?

La Voltura Catastale per Afflusso si richiede nel caso in cui il passaggio di proprietà (acquisto dell’immobile/terreno) non è mai stato comunicato in catasto.

Cosa s'intende con: Voltura Catastale per “Preallineamento”?

La Voltura Catastale per Preallineamento si richiede nel caso in cui il passaggio di proprietà è stato già dichiarato (con la presentazione di una voltura catastale) ma non è mai stato aggiornato nella banca dati catastale.

Quali dati devono essere forniti per il servizio di Voltura Catastale?

- delega dell'avente titolo per la richiesta di voltura
- dati anagrafici dei proprietari
- dati catastali delle unità immobiliari (in mancanza possono essere ricavati da una visura catastale)
Per la richiesta di volture catastali di afflusso è necessario fornire anche la documentazione motivante la voltura (es. atto di compravendita o dichiarazione di successione o certificato di morte). Per la richiesta di volture per preallineamento è necessario fornire la documentazione rilasciata dal catasto a seguito della prima richiesta non andata a buon fine.

In quali casi è necessaria la Voltura Catastale?

La Voltura Catastale è da presentarsi nei casi di Passaggi di proprietà di immobili/terreni quali: compravendite, donazioni, successioni, decreti giudiziari etc… Nel caso di successioni se nell'eredità ci sono immobili (terreni e fabbricati), entro i 30 giorni successivi alla presentazione della dichiarazione di successione, deve essere presentata agli uffici del territorio (catasto) la richiesta di voltura. La voltura ha la funzione di aggiornamento dei dati catastali sia riguardo ai soggetti proprietari sia riguardo alla misura del possesso. Chiaramente sono gli eredi tenuti a dichiarare con questa modalità il trasferimento per eredità dei beni. Il ricongiungimento di usufrutto avviene esattamente con le stesse modalità di trasmissione di una voltura, dove si dichiara la fine del godimento del bene da parte di un soggetto solitamente defunto.

In quanto tempo avviene la Voltura?

Il servizio viene effettuato in 7 giorni, dal ricevimento dei documenti utili per la presentazione in catasto.

Come è possibile effettuare il pagamento?

Il pagamento può essere effettuato tramite:
- Carta di Credito (VISA, MASTERCARD, AMERICAN EXPRESS)
- Carta POSTEPAY
- Sistema PAYPAL
- Bonifico Bancario.

Come avviene la consegna della Visura Catastale modificata?

A chiusura e completamento dell’ordine, viene inviata una e-mail con i documenti richiesti all’indirizzo inserito in fase di registrazione.

google comments